Misteri

Teorici della cospirazione “Le scie chimiche” : le persone che pensano che i governi controllino il meteo

scie chimiche o vapore acqueo?

Quelle linee bianche nel cielo che si insinuano dietro gli aerei a reazione sono pennacchi gonfi di vapore acqueo. Ma online, alcuni li hanno trasformati in prove di un complotto segreto per controllare il tempo o avvelenare l’ambiente. Perché le teorie selvagge sulle scie e altri fenomeni sono così persistenti sui social media?

Spesso si usa il termine “teoria della cospirazione”.

Si dice sia stata inventata dalla CIA per screditare coloro che mettono in discussione il governo.

Ma come il fondatore di Bye Bye Blue Sky – un gruppo istituito per sensibilizzare sulle cosiddette “scie chimiche” e ciò che lei sostiene è una cospirazione massiccia e segreta del governo per controllare il clima – è una cosa che il canadese è abituato a sentire.

“Chiedo che andiamo oltre l’idea che questa sia una teoria della cospirazione”, dice. “Ventiquattr’anni fa non abbiamo mai visto queste tracce, avevamo un bel cielo blu”.


La saga di “Pizzagate”: la finta storia che mostra come si diffondono le teorie del complotto
Sandy Hook a Trump: ‘Aiutaci a fermare i teorici della cospirazione’
Sandy è tra un numero significativo di persone che utilizzano i social media per diffondere questo messaggio.

I teorici della cospirazione “Chemtrail” variano nelle loro affermazioni. Ma alcuni dei più popolari includono la convinzione che i governi controllino il tempo su larga scala, che gli scienziati che conducono ricerche legittime su come contrastare il cambiamento climatico attraverso un processo chiamato geo-ingegneria ci stanno avvelenando in segreto, o anche che i gruppi segreti più potenti sono spruzzandoci con prodotti chimici per renderci flessibili e facili da controllare.

Scie chimiche o vapore acqueo?

Le tracce di cui parla sono quelle che avrai visto da te – pennacchi di bianco che si formano dietro gli aerei. Sono semplicemente vapore acqueo rilasciato dai motori degli aerei che si condensa in cristalli di ghiaccio se le condizioni atmosferiche sono corrette. Suzanne Maher non è corretta quando dice che sono un nuovo fenomeno: puoi vedere tracce di condensazione lasciate dietro gli aerei nelle immagini della Battaglia d’Inghilterra durante la seconda guerra mondiale.

Ma ciò che la maggior parte della gente chiama “scie”, Suzanne e altri teorici della cospirazione chiamano “scie chimiche” – e in esse vedono prove di una cospirazione clandestina e globalista che coinvolge una selezione di ONU, militari, governi nazionali, Rothschild, scienziati del clima, piloti e grandi imprese.

Le sue convinzioni non vengono esattamente dal nulla.

La modifica del tempo, o almeno il tentativo, ha una lunga storia. L’Istituto di Raining di Leningrado fu fondato nell’Unione Sovietica nel 1932. Le autorità cinesi usarono la semina delle nuvole per assicurare che la cerimonia di apertura delle Olimpiadi del 2008 non fosse sbiadita.

Geoingegneria

Intervento deliberato nei sistemi naturali della Terra per contrastare i cambiamenti climatici – è un nuovo campo di ricerca. Mentre gli scienziati ne hanno parlato, è stato fatto ben poco da fare fisicamente – la maggior parte della ricerca sul campo si basa sulla modellizzazione al computer.

Il professor David Keith della Harvard University, è tra gli scienziati più importanti che chiedono ulteriori ricerche. Ha detto al New York Times che conosce solo due casi in cui una delle proposte più controverse è stata testata sul campo. Si chiama geo-ingegneria solare e comporta l’iniezione di aerosol atmosferico di minuscole particelle riflettenti per ridurre la quantità di luce solare che raggiunge la terra e quindi raffreddare il pianeta.

Allo stesso modo, gli sforzi di modifica delle condizioni climatiche sono stati localizzati con successo – e certamente non su vasta scala come sostengono alcuni teorici della cospirazione.

Nondimeno, i teorici della cospirazione “chemtrail” e geoingegneria sommergono i social media con speculazioni, domande e immagini di cieli tratteggiati. Un sondaggio internazionale ha suggerito che quasi il 17% degli intervistati ritiene che le teorie di cospirazione sulle scie chimiche siano vere o parzialmente vere.

Suzanne dice di essere stata a conoscenza del soggetto per la prima volta sei anni fa.

Influenza dei social network

“In realtà ero su un sito Web. Era una ragazza molto giovane, non aveva nemmeno dieci anni, parlava della spruzzatura nei nostri cieli e del fatto che era così triste perché non voleva andare fuori e i cieli non erano più blu e fummo spruzzati: perché un bambino così piccolo avrebbe condiviso queste informazioni se non fosse stato sincero?

“Le sue parole mi hanno disturbato e mi hanno incuriosito, quindi ho iniziato a esaminare questo argomento e a fare ricerche approfondite, e questo risveglio mi ha davvero cambiato la vita”, dice.
Quella ricerca ha portato Suzanne a creare Bye Bye Blue Sky. Gestisce un gruppo chiuso su Facebook, dove circa 5.000 compagni di fede possono discutere della teoria, oltre a raccogliere fondi per comprare cartelloni pubblicitari. Lei controlla da vicino i membri del gruppo.

“Non discutiamo sul fatto che stia accadendo in questo gruppo”, dice. “Ci rendiamo tutti conto che sta accadendo”

“Bolle informative”


Gruppi chiusi di persone affini – il tipo comune sui social media e su Internet – sono uno dei motivi principali per cui le teorie della cospirazione si consolidano online. La professoressa Karen Douglas, dell’Università del Kent, studia la psicologia delle teorie del complotto.

“Le persone tendono a condividere informazioni ma anche a consumare informazioni coerenti con ciò che già credono”, afferma.

“Le persone finiscono per vivere in queste bolle informative, o camere di eco, dove condividono idee con altre persone che credono in ciò che credono e leggono informazioni che confermano ciò in cui credono.

“Le informazioni non si diffondono necessariamente indiscriminatamente nel modo in cui le persone pensano di farlo su Internet e sui social media, ma le persone tendono a condividerle con persone che in un primo momento pensano come loro su questi problemi”, afferma.

‘Io le percepisco e l’annuso’


Russ Tanner gestisce quello che sostiene essere il più grande gruppo di “scie chimiche” su Facebook – Chemtrails Global Skywatch – che ha più di 114.000 membri. Chiama le cosiddette scie chimiche “il più grande crimine contro l’umanità nella storia”.

In un post tipico della paranoia tra i teorici della cospirazione, uno dei meme che ha pubblicato nel suo gruppo chiede se le scie chimiche siano “la moderna implementazione dell’eugenetica e lo spopolamento forzato”.

“La ragione principale per cui volevo fare l’intervista di notte è che nella nostra zona abbiamo un’enorme quantità di iniezione di aerosol che avviene durante la serata”, mi dice.

Disturbi e problemi di salute legati alle scie

“Non riesco a dormire quando l’aria è concentrata con questa ricaduta, mi provoca sintomi fisici, l’assaggio e l’odore, mi brucia i seni, causa infiammazione, aumento della pressione sanguigna, problemi di stomaco e mal di testa”.
Sia Russ che Suzanne affermano di aver condotto i propri test scientifici. Suzanne dice che ha persino testato il suo cane.

“Ho fatto testare il terreno, ho testato i capelli”, dice. “Ero tossico in alluminio, bario, stronzio, arsenico, manganese e vivo molto bene.” Dice che il suo cane è stato avvelenato da un metallo radioattivo.

Russ afferma di aver trovato sei volte i livelli di sicurezza di alluminio nella sua acqua piovana, ed entrambi affermano che i test sono una solida prova di irrorazione atmosferica.

Non si sa cosa c’è dietro quei risultati dei test – e non è stato possibile verificarli in modo indipendente. Gli scienziati, ovviamente, non sono d’accordo sul fatto che ci sia un complotto su larga scala da parte dei governi per diffondere sostanze chimiche in tutto il mondo.

Gli studi del 2016 in materia di scie chimiche

Uno studio del 2016 condotto dal Carnegie Institute for Science e dall’University of California Irvine ha intervistato 77 scienziati e geochimici atmosferici di spicco. Tutti tranne uno, il 98,7%, non hanno riportato alcuna prova di un programma di spruzzatura atmosferica su larga scala. L’unico scienziato che ha dissentito ha registrato livelli insolitamente alti di bario atmosferico in un’area remota con bassi livelli di bario nel terreno. Ma per ottenere da questo risultato l’idea che veniamo spruzzati in segreto di sostanze chimiche richiede un enorme salto di fede.

“Il nostro obiettivo non è quello di influenzare coloro che sono già convinti dell’esistenza di un programma di irrorazione su larga scala, che spesso rifiuta le contro prove come un’ulteriore prova delle loro teorie, ma piuttosto di stabilire una fonte di scienza oggettiva che possa informare il discorso pubblico” gli autori dello studio hanno scritto.

I teorici della cospirazione non saranno influenzati.

“Abbiamo una lunga storia in tutti i paesi di scienziati che credono che le cose che in seguito realizziamo siano false”, sostiene Russ. “Ci vuole una persona molto rara e coraggiosa che esce e va controcorrente.

“Che la gente ascolti o no, dipende da loro, ma per quanto mi riguarda, sta succedendo”.



Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/lateoriadelcompl/public_html/wp-content/themes/vmagazine-lite/inc/vmagazine-lite-functions.php on line 704