UFO

La leggenda dei dischi volanti dei nazisti

In Ufologia, teoria della cospirazione, fantascienza e storie di fumetti, continuano a circolare rivendicazioni o storie che collegano gli UFO alla Germania nazista. Le teorie tedesche sugli UFO descrivono tentativi presumibilmente riusciti di sviluppare velivoli o astronavi avanzati prima e durante la seconda guerra mondiale, e affermano ulteriormente la sopravvivenza post-bellica di questi velivoli in basi sotterranee segrete in Antartide, in Sud America o negli Stati Uniti, insieme a i loro creatori. Secondo queste teorie e storie immaginarie, vari potenziali nomi in codice o sottoclassificazioni di veicoli UFO nazisti come Rundflugzeug, Feuerball, Diskus, Haunebu, Hauneburg-Gerät, V7, Vril, Kugelblitz (non correlati all’anti-semovente anti- pistola aeromobili con lo stesso nome), Andromeda-Gerät, Flugkreisel, Kugelwaffe e Reichsflugscheibe sono stati tutti referenziati.

I primi avvistamenti appaiono già nel 1950, probabilmente ispirati allo sviluppo tedesco storico di motori specializzati come “Repulsine” di Viktor Schauberger nel periodo della Seconda Guerra Mondiale. Elementi di queste affermazioni sono stati ampiamente incorporati in vari lavori di media fittizi e presumibilmente non romanzati, inclusi videogiochi e documentari, spesso mescolati con informazioni più circostanziate.

La letteratura UFO tedesca si conforma molto spesso alla storia documentata sui seguenti punti:

La Germania nazista rivendicò il territorio della Nuova Svevia in Antartide, vi mandò una spedizione nel 1938 e ne progettò altri. La Germania nazista condusse ricerche su tecnologie avanzate di propulsione, tra cui missilistica, ricerca sui motori di Viktor Schauberger, velivoli ad ala volante e il velivolo ad ala circolare sperimentale Arthur Sack A.S.6. Alcuni avvistamenti UFO durante la seconda guerra mondiale, in particolare quelli noti come combattenti, furono pensati dagli alleati come prototipi di aerei nemici progettati per molestare gli aerei alleati attraverso la rottura elettromagnetica; una tecnologia simile alle armi odierne a impulso elettromagnetico (EMP).

La Luftwaffe stava costruendo aerei sempre più stravaganti – alcuni a forma di dischi o con ali circolari. Una sonda della US Air Force ha concluso che queste macchine volanti sperimentali potrebbero essere la causa degli avvistamenti UFO.

Tutto ciò può sembrare ridicolmente inverosimile – fino a quando non vedrete il fantastico aereo che la Germania nazista stava davvero facendo verso la fine della guerra.

In un impeto di terrificante creatività, gli scienziati nazisti crearono il primo missile da crociera al mondo, il primo missile balistico a lungo raggio, il primo oggetto artificiale a raggiungere lo spazio, uno dei primi elicotteri militari, uno space shuttle – e iniziò a sviluppare armi nucleari. L’ingegnere aeronautico britannico Roy Fedden – che guidò la missione nell’esame dell’esperienza e della ricerca tedesche alla fine della seconda guerra mondiale – disse: “Ho visto abbastanza dei loro progetti e piani di produzione per rendersi conto che se fossero riusciti a prolungare la guerra qualche mese in più, ci saremmo trovati di fronte a una serie di sviluppi completamente nuovi e mortali nella guerra aerea “.

Ma alcuni degli aerei meno noti hanno una sorprendente somiglianza con dischi volanti. I fratelli Reimar e Walter Horten hanno costruito la prima “ala volante” al mondo a propulsione a getto: un aereo senza coda o fusoliera.

L’Horten Ho 229 è stato progettato per rispondere all’appello del capo della Luftwaffe Hermann Göring per un bombardiere in grado di soddisfare un “requisito 3 × 1000” – per trasportare 1.000 kg di bombe a una distanza di 1.000 km ad una velocità di 1.000 km / h. Le forze armate statunitensi hanno sequestrato l’ultimo prototipo Horten come parte dell’operazione Paperclip – una missione segreta per catturare la ricerca avanzata sulle armi tedesche per tenerla fuori dalle mani dei sovietici. Il design è misteriosamente riapparso come il rivoluzionario B-2 “Stealth Bomber”.

L’ingegnere Arthur Sack ha trascorso la guerra cercando di perfezionare un aeroplano con ali circolari. Il Sacco AS-6 divenne finalmente aereo nel 1944 – poco prima della fine della guerra.

Le fotografie dell’aereo di pianura strana sopravvivono, ma il prototipo scomparve misteriosamente quando le truppe americane invasero la base aerea di Brandis, dove furono depositate, nell’aprile del 1945. Eugen Sänger e Irene Bredt hanno progettato lo spaceplane Silbervogel per la missione “Amerika Bomber” del 1942 per attaccare gli Stati Uniti continentali. Il bombardiere sub-orbitale – un precursore dello Space Shuttle – verrebbe sparato nello spazio con un razzo e poi “rimbalzato” fuori dall’atmosfera. L’ Arado E.555 era un altro progetto di “ala volante” proposto per la missione Amerika Bomber.

Ma forse l’UFO nazista forse il più rivoluzionario – e il più mistificante – fu il motore “Repulsine” di Viktor Schauberger. L’inventore austriaco ha sviluppato un motore a turbina circolare che potrebbe creare un vortice e salire dritto verso l’alto. Le SS catturarono Schauberger e gli fecero provare a trasformare il motore in un aereo da decollo verticale – che sembrava esattamente come un disco volante. Il prototipo si è schiantato – ma la ricerca è stata portata avanti da un oscuro ingegnere V2 chiamato Dr Heinrich Richard Miethe.

Il primo avvistamento UFO ampiamente riportato negli Stati Uniti era vicino a Mount Rainier, Washington, il 24 giugno 1947, da Kenneth Arnold. La somiglianza di questi nove oggetti volanti “a forma di mezzaluna” (erroneamente riportati come a forma di piattino) nell’ala volante Horten Ho 229 non è stata persa in Project Sign – la prima inchiesta ufficiale UFO dell’aviazione americana.

Nel 1959, il capitano Edward Ruppelt, il primo capo del progetto Blue Book – l’indagine di follow-up del Project Sign – scrisse: “Quando finì la seconda guerra mondiale, i tedeschi avevano diversi tipi radicali di aerei e missili guidati in fase di sviluppo.

“La maggior parte erano nelle fasi più preliminari, ma erano l’unica imbarcazione conosciuta che potesse persino avvicinarsi alle prestazioni degli oggetti riportati dagli osservatori UFO.”

Nel 1952, il professor Giuseppe Belluzzo, uno scienziato italiano ed ex membro del regime fascista italiano Mussolini – alleato con il nazista Germay – rivelò in un articolo di giornale che “tipi di dischi volanti furono progettati e studiati in Germania e in Italia già nel 1942 “.

Il 9 dicembre 1965, una grande, brillante “palla di fuoco” fu vista da migliaia di persone in almeno sei stati degli Stati Uniti e dell’Ontario, in Canada.

Ha sorvolato il Michigan e l’Ontario – a quanto si dice – lasciando cadere “detriti di metallo bollente” – e provocato boom sonici a Pittsburgh.

È stato segnalato come una meteora – ma una famiglia ha affermato di aver visto l’oggetto precipitare nella foresta vicino al villaggio di Kecksburg, vicino a Pittsburgh.

I residenti hanno riferito di aver trovato un oggetto a forma di ghianda la “dimensione di una piccola auto” nel bosco. Quasi immediatamente, l’esercito americano si è alzato, ha chiuso l’area e rimosso l’oggetto misterioso.

L’UFO è quasi identico al mitico “Wunderwaffe” nazista Die Glocke.

Il giornalista e autore polacco Igor Witkowski afferma che un contatto nella superficie dell’intelligence polacca gli ha mostrato documenti del governo polacco relativi a armi sperimentali naziste.

Hanno descritto un dispositivo “fatto di un metallo duro e pesante” di circa 9 piedi di larghezza, alto da 12 a 15 piedi e dalla forma di una grande campana.

Die Glocke – che si dice sia sviluppato in una gigantesca struttura sotterranea delle SS chiamata “Der Riese” – probabilmente conteneva due cilindri controrotanti “pieni di una sostanza simile al mercurio, di colore viola” chiamata “Xerum 525”.

Witkowski sosteneva che quando i Glocke fossero stati attivati, i cristalli si sarebbero formati nel tessuto di qualsiasi animale entro 200 metri e le piante si sarebbero decomposte.

Allora, cosa è successo a tutti questi misteriosi UFO nazisti?

Gli Stati Uniti – sotto l’operazione Paperclip – e l’URSS hanno sequestrato la maggior parte delle ricerche sulle armi avanzate naziste che potevano quando avevano diviso il tedesco dopo la guerra.

Gli Yanks hanno certamente ottenuto Horten Ho 229 e gran parte della ricerca sui razzi V1 e V2, mentre i Russkis hanno fatto il loro ingresso con il motore “Repulsine”. Gran parte di essa rinacque nei missili nucleari e negli aerei avanzati della Guerra Fredda. E le prove segrete del kit appena acquisito spiegherebbero certamente alcuni degli avvistamenti alieni negli ultimi 70 anni.

Ma i teorici della cospirazione hanno escogitato un’altra teoria: i nazisti hanno nascosto le loro macchine volanti fasciste in una base aerea sotterranea al Polo Sud. La Germania nazista inviò una spedizione nell’Antartico nel 1938 e rivendicò un’area – che chiamarono “Nuova Svevia”. Le ragioni ufficiali della missione erano cercare luoghi per una nuova stazione baleniera e base navale.

Ma i cacciatori di UFO sono convinti di aver anche stabilito un quartier generale segreto in profonde caverne sotterranee per continuare a sviluppare la loro nuova “Wunderwaffe”.

Sostengono che i nazisti pianificarono di lanciare fulmini dalla base con i loro nuovi giocattoli. La vera brigata di cappelli di latta afferma di aver usato i dischi volanti per stabilire una base nazista.


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/lateoriadelcompl/public_html/wp-content/themes/vmagazine-lite/inc/vmagazine-lite-functions.php on line 704