UFO

La base aliena sotterranea di Dulce

In superficie, Dulce, New Mexico è solo una piccola città del sud-ovest. Non ha nemmeno un semaforo. Ma secondo le voci più bizzarre, questa piccola città è solo un berretto su una gigantesca struttura sotterranea che ospita esperimenti e tecnologie inimmaginabili. Per gli amanti del cappello di carta stagnola, c’è un intero mondo sotto Dulce – un segreto, high-tech pieno di alieni.

Secondo i teorici della cospirazione, la base sotterranea di Dulce è un complesso di sette piani sotto Dulce, nel New Mexico, che ospita ibridi uomo-animale, ibridi umani-alieni e tecnologie estremamente avanzate. Dicono che sia stato anche il luogo delle guerre aliene. Sai, il solito. Non è stato chiamato il Roswell del New Mexico settentrionale per niente.

Le prime affermazioni dell’esistenza della base, secondo HowStuffWorks, risalgono agli anni ’30. Ma le voci sull’intervento alieno nell’area hanno iniziato a prendere piede negli anni ’70, quando un ex soldato della Polizia di Stato del New Mexico di nome Gabe Valdez ha documentato mutilazioni di bestiame inspiegabili nell’area, secondo il giornale Santa Fe New Mexican. In un’intervista radiofonica, Valdez ha detto: “Le prove che sono state lasciate lì, sai, i predatori non lasciano maschere antigas, bagliore, pula radar e non lasciano quella roba”.

Valdez ha fatto affermazioni più selvagge in altre interviste, inclusi avvistamenti di “astronavi sofisticate” nere e silenziose e la scoperta di un feto in una mucca morta – ma non un feto di vitello. “Sembrava un essere umano, una scimmia e una rana”, ha detto Valdez ai “Cacciatori di UFO” di History Channel. “Non aveva ossa in testa, era tutto pieno d’acqua”. Pensò Valdez – che altro? – le mucche stavano incubando i bambini alieni.

Tim Anderson, ex ufficiale di polizia di Dulce, sosteneva di aver visto un UFO nella città alla fine degli anni ’90. “Ha illuminato tutta la valle e è scomparso tra le rocce”, ha detto al Santa Fe New Mexican. “Mi sono appena sfregato gli occhi.” L’ho visto davvero? “” Per buona misura, Anderson crede anche che Bigfoot risieda in o vicino alla città.


Le colorite affermazioni del paranormale provengono da molti tempi e persone diverse a Dulce. Non importa a tutto ciò che riguarda il bestiame: Philip Schneider, un ex ingegnere esplosivo impiegato dal governo degli Stati Uniti, ha introdotto l’idea di Dulce come sito di una brutale guerra tra umani e alieni. Schneider, che aveva un alto livello di sicurezza, affermò di aver contribuito a costruire una “base segreta sotterranea” a Dulce nel 1979. Lì, dice, assistette a una battaglia con alieni sotterranei che lasciò 60 morti. La guerra aliena prosegue fino ad oggi, Schneider dice a Epoch Times.

Un altro giocatore chiave nella teoria della cospirazione di base di Dulce è un uomo di nome Paul Bennewitz. Bennewitz, che ha conseguito un dottorato di ricerca in fisica, si convinse che le mutilazioni del bestiame intorno all’area erano il risultato di un intervento extraterrestre, secondo HowStuffWorks. Quindi presumibilmente iniziò a raccogliere segnali elettronici intercettati vicino a Dulce, una città troppo piccola per ricevere tali messaggi. Bennewitz ha teorizzato che questi segnali provenivano dalla metropolitana e si dirigevano verso un bersaglio alto nel cielo. Negli anni ’80, stava diffondendo attivamente le voci di una struttura aliena sotterranea a Dulce, nel New Mexico.

Negli anni ’70, Paul Bennewitz – che morì nel 2003, ad Albuquerque, nel New Mexico – aveva una sua compagnia che si trovava adiacente alla Base Aerea di Kirtland, nel Nuovo Messico. Il suo nome era Thunder Scientific. A volte, Bennewitz aveva visto – a tarda notte e nelle prime ore del mattino – strani oggetti non identificati che sorvolavano la base dell’aeronautica di Kirtland e le vicine e imponenti montagne di Manzano. Avrebbero potuto essere un mestiere da drone precoce. Ma per Bennewitz erano alieni.

La testa di Bennewitz ruotò: arrivò a credere che gli alieni fossero in combutta con l’U.S.Air Force, e che gran parte del programma segreto fosse a corto di Kirtland. Mentre una scuola di pensiero suggerisce che Bennewitz stava effettivamente seguendo i movimenti degli UFO nei cieli di Kirtland, un altro suggerisce che Bennewitz era incappato in prove su velivoli nuovi e radicali e altre tecnologie avanzate di tipo terrestre. È quest’ultimo angolo / teoria che Greg Bishop affronta principalmente nel suo libro.

In modo ingegnoso – ma dal punto di vista di Bennewitz, in modo terribile – è stata avviata una trama che, in sostanza, ha dato a Bennewitz esattamente quello che voleva sentire. Quindi, con questo in mente, agenti governativi ben piazzati, agenti dell’intelligence ed esperti nei campi del controspionaggio e della disinformazione, tutti alimentarono i racconti fittizi di Bennewitz sugli ET pericolosi, su migliaia di persone rapite e controllate mentalmente in stile schiavista da gli alieni, di terribili esperimenti condotti su persone detenute al di sotto della base di Dulce, e di un incombente confronto tra la razza umana e le creature mortali di un’altra galassia.

Con la sua mente e le sue ricerche deviate a Dulce – e, soprattutto dal punto di vista del governo, lontano dai programmi classificati della Base Aerea di Kirtland – Bennewitz divenne sempre più paranoico e alla fine ebbe un collasso nervoso. Ha mantenuto un basso profilo dopo di ciò, la sua ricerca in gran parte finita. Ma la storia non è finita.

Più di un decennio prima che Bennewitz arrivasse a credere che le terribili voci di Dulce fossero vere, il governo degli Stati Uniti aveva già un interesse nella zona e nei suoi dintorni. Un contingente della Commissione per l’energia atomica si diresse in città e istituì quello che fu chiamato Progetto Gasbuggy. Era un sottoprogetto di un progetto molto più ampio chiamato Plowshare. Il piano era quello di far detonare – sottoterra – un piccolo dispositivo nucleare, come mezzo per cercare di estrarre gas naturale. L’operazione andò avanti il ​​10 dicembre 1967 e funzionò bene. La bomba è stata fatta esplodere a una profondità di oltre 4.000 piedi.

Anni dopo, alcune figure nel campo degli UFO suggerirono che lo scenario del gas naturale era una copertura per qualcos’altro. Potresti già vedere dove sta andando tutto questo. C’è una credenza duratura all’interno di certe fazioni di Ufology che la bomba atomica è stata effettivamente usata, da un governo in panico, per cercare di spazzare via la base aliena e gli extraterrestri che si dice vivano in profondità all’interno di esso. Ancora oggi è illegale scavare in alcune aree intorno a Dulce, per ordine della Commissione per l’energia atomica.

Passando, dal 1975 al 1979, la città di Dulce fu colpita da numerose mutilazioni di bestiame: gli elicotteri neri salirono di notte nei cieli della città – e talvolta, e incredibilmente, in completo silenzio. Si vedevano strane luci svolazzare intorno all’enorme Archuleta Mesa di Dulce. Le mucche sono state trovate con gli organi rimossi e il sangue drenato dai loro cadaveri. Le incisioni sembravano essere opera di laser.

Putman ha poi dimostrato al quartier generale la scala sorprendente del puzzle di mutilazione, secondo Valdez: “L’agente Valdez ha affermato che il Colorado ha probabilmente il maggior numero di mutilazioni nel loro Stato e che negli ultimi quattro anni circa 30 sono avvenuti nel Nuovo Messico. Ha dichiarato che di questi 330, 15 si sono verificati sulle riserve indiane, ma ha saputo che molte mutilazioni non sono state riportate che si sono verificate nelle riserve indiane perché gli indiani, in particolare nei Pueblo, sono estremamente superstiziosi e non permetteranno nemmeno ai funzionari di indagare in alcuni casi. L’ufficiale Valdez ha dichiarato che dall’inizio di queste mutilazioni ci sono stati stimati 8.000 animali mutilati che avrebbero posto la perdita a circa $ 1.000.000 “.

Quindi, dove stanno le cose con la “Base Dulce?” Beh, te lo dirò. Oggi ci sono molte voci, nessuna delle quali ha mai fornito prove dure e innegabili che una tale installazione sotterranea esista davvero. Ma che l’area è stata un focolaio di attività molto strane di tipo “muto” (e in particolare negli anni ’70), e che le detonazioni sotterranee avvenute nell’area, rendono sicuramente comprensibile il perché Dulce e il suo ambiente siano interessanti per gli ufologi. Sfortunatamente, per coloro che sono assolutamente sicuri che una tale struttura esista al di sotto di Dulce, “interessante” è più che buono, proprio ora.

La storia di Paul Bennewitz, una figura chiave nella perpetuazione della storia di base della Dulce Air Force, aggiunge un altro nodo alla trama. Negli anni ’70, Bennewitz ricercò programmi governativi clandestini condotti presso la base dell’aeronautica di Kirtland ad Albuquerque.

La ricerca di Bennewitz ha rivelato informazioni che ha detto che i funzionari del governo erano nervosi. Per impedirgli di scoprire ulteriori programmi segreti, gli agenti del governo, cioè Richard Doty, furono incaricati di dare a Bennewitz false storie sulle basi aliene nel Nuovo Messico. Dice che hanno assunto l’aiuto del famoso ufologo William Moore, che è stato co-autore di The Roswell Incident. Gli sforzi di Doty e Moore hanno spinto Bennewitz sull’orlo della follia paranoica.

Sembra che gran parte della propagazione della battaglia di base della Dulce Air Force possa essere attribuita a Bennewitz e l’insidiosa operazione del governo per farlo diventare follemente in modo sovversivo. Se la storia di Bennewitz è stata provata per essere fabbricata da Doty, dove si inserisce la storia di Schneider? Fu anche manipolato a credere alle storie raccontate a Bennewitz, o stava scoprendo altri segreti che il governo non voleva che lui sapesse? Uno dei temi trattati da Schneider, oltre alla storia di Dulce, era il budget nero del governo per i programmi classificati. Schnieder era al centro dell’esposizione di nefandi progetti governativi, o il governo temeva che lavorasse per i sovietici? In ogni caso, le implicazioni del gioco scorretto del governo sono più che evidenti


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/lateoriadelcompl/public_html/wp-content/themes/vmagazine-lite/inc/vmagazine-lite-functions.php on line 704