Hiv feat. Aids - La Frode Scientifica del Secolo


Se i problemi sociali sono culturalmente definiti, è ragionevole attendersi che essi aumentino e calino in popolarità nel corso del tempo.
I Professori Stephen Hilgartner e Charles L. Bosk hanno cercato di identificare cosa spieghi "il sorgere e il declino dei problemi sociali", cominciando da cosa viene identificato come problema sociale.
Questi autori immaginano un'arena pubblica in cui ha luogo una competizione tra le situazioni che potenzialmente possono etichettarsi come problemi sociali.
Questa competizione si realizza in due forme:
1) nella definizione o nell'inquadramento dello stesso problema;
2) nella cattura dell'attenzione delle Istituzioni - il Governo, i media, le fondazioni - le cui risorse o "capacità di azione" sono limitate.
Quelle situazioni che vengono selezionate come problemi sociali sono fenomeni che hanno caratteristiche specifiche: esse sono o possono essere drammatizzate; trattano temi mitici profondamente radicati nella cultura; e sono politicamente vitali, spesso perché collegati a potenti gruppi di interesse. I vincitori di questa competizione acquisiscono lo statuto di problemi sociali ampiamente riconosciuti.

I movimenti sociali richiedono che le persone siano motivate a riconoscere che esiste un problema, ad accettare la possibilità che venga risolto e a considerare una certa linea d'azione come adatta a produrre questo risultato.
Per collegare un pubblico ad un problema sociale, occorre formulare il problema in modo tale che il pubblico accetti la sua rilevanza. Questo è normalmente concepito come un problema di framing.

Secondo il sociologo Erving Goffman, un frame è uno schema interpretativo (una "cornice") che permette alle persone di dare un senso a ciò che esperiscono.
Coloro che creano il frame, i cosiddetti claims-makers, devono colmare il divario tra la loro visione del problema e quella del pubblico ma devono anche scuotere le persone, commuoverle.
Questo significa non solo fare appello alla sfera cognitiva ma anche a quella emotiva. Gli attivisti dei movimenti usano spesso l'Arte per raggiungere i cuori dei potenziali sostenitori della loro causa [1].
"Hiv feat. Aids - La Frode Scientifica del Secolo".
Note e fonti:
[1] "Sociologia della cultura", di Wendy Griswold, il Mulino Editore, 155-159

Reazioni:
Condividi questo Articolo :
Condividi su LinkedIn Condividi su Google Plus Condividi su Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Per approfondimenti ...